Associazione nazionale gallerie d'arte moderna e contemporanea
IT   |   DE
2018 |
2017 |
2016 |
2015 |
2014 |
2013 |
2012 |
2011 |
2010 |
Anno 2016

“COLLETTIVA FINE ANNO 2016”

A conclusione della stagione 2016 ha luogo per fine anno la consueta Collettiva con opere degli artisti contemporanei che collaborano con la galleria. Un mix interessante di lavori su tela, tecniche miste, lavori su carta, grafiche e ceramiche.
Fino al 20 gennaio 2017.

AFFORDABLE ART FAIR HAMBURG 2016

La Boesso Art Gallery è presente con un proprio stand F6 alla fiera d’arte contemporanea “AFFORDABLE ART FAIR” ad Amburgo (Germania) che si tiene dal 10 al 13 novembre 2016 nel Padiglione A3 della fiera.
La galleria presenta, oltre alle opere di Marcello Bizzarri, Ruth Gamper e Alfredo Rapetti Mogol, un’assoluta novità: “Interactive Portrait”, il ritratto d’artista interattivo di Vincenzo Marsiglia. Il visitatore ha la possibilità di farsi scattare presso lo stand della galleria personalmente dall’artista una (o più) foto che viene rielaborata con l’app “interactive app star”, ideata esclusivamente dall’artista per questa applicazione. Il ritratto originale e pezzo unico, con un prezzo veramente irrisorio, viene successivamente stampato e inviato al cliente.
AFFORDABLE ART FAIR nasce nel 1999 da un’idea vincente del gallerista londinese Will Ramsay con l’intento di presentare arte accessibile a tutti. Le opere esposte devono essere tutte originali ed esclusivamente di artisti contemporanei viventi. I prezzi partono da 100 euro per arrivare fino ad un tetto massimo di 7.500 euro.
Vernissage, solo su invito, mercoledì 9 novembre alle ore 18.00. Catalogo disponibile.

Ulteriori informazioni sul sito: www.affordableartfair.de


ART ELYSEES  PARIS 2016

La Boesso Art Gallery partecipa con un proprio stand 118 A alla fiera d’arte ART ELYSEES – Art & Design che si tiene dal 20 al 24 ottobre 2016 a Parigi (F). Quest’anno la fiera festeggia la sua 10. edizione e si inserisce come importante appuntamento nell’ambito della Art Week parigina in contemporanea alla Fiac. Nei tre Padiglioni sui Champs Elysées, tra Place Clemenceau e Place de la Concorde, 80 gallerie internazionali presentano un largo panorama di arte moderna, arte contemporanea e design. Vernissage il 19 ottobre alle ore 14.00, solo su invito. Catalogo disponibile in fiera.

Ulteriori informazioni sul sito  www.artelysees.fr


ROLANDO TESSADRI: “TESSITURE”

Rolando Tessadri, classe 1968, vive e lavora a Salorno (I).Si laurea in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università di Udine. Dalla fine degli Anni Novanta la sua ricerca artistica si indirizza verso l’astrazione. L’elemento centrale del suo lavoro è la tessitura, un modo particolare di elaborare la superficie per griglie ortogonali, appoggiando la tela su delle trame di fili sottilissimi e applicandovi poi il colore che viene asportato successivamente con grandi spatole morbide. Per frottage Tessadri ottiene così una trama artificiale che si sovrappone alla trama del tessuto di supporto. La griglia invita lo spettatore ad una osservazione attenta e precisa dell’opera. Elemento altrettanto importante è per l’artista lo sviluppo del colore. I contrasti cromatici sono molto ridotti e il colore è modulato su due o tre toni. La componente strutturale, la ricerca sui rapporti cromatici, l’ aspetto evocativo e il rigoroso astrattismo delle tele di Tessadri, che l’artista intitola “Tessiture”, riflettono una visione del tutto personale di un originale linguaggio minimalista. Mostre pubbliche: MAG a Riva del Garda, Fondazione Bevilacqua La Masa a Venezia, Fondazione Zappettini a Chiavari, Casa Gallo a Vicenza

ARTE FORTE: “La Babele dei linguaggi e dei simboli legati al conflitto”

Installazioni d’arte contemporanea in 8 forti austroungarici del Trentino

La Boesso Art Gallery presenta a Forte Strino (Vermiglio) l’artista Vincenzo Marsiglia con il progetto espositivo dal titolo “Simboli spezzati”

In occasione del centenario del primo conflitto mondiale l’artista Vincenzo Marsiglia propone una serie di interventi installativi site-specific che, assecondando la sua ricerca nell’ambito dell’arte digitale e interattiva, solleciteranno il pubblico in un coinvolgimento diretto e partecipato alle opere stesse che, attraverso uno scambio e una correlazione, che le rende ogni volta uniche nell’istante della loro verifica, sapranno suggestionare, colpire e toccare l’immaginario di chi le osserva e le vive, facendo riflettere sulla tragicità dei fatti storici che questa ricorrenza intende celebrare. Il suo lavoro si contraddistingue proprio per un’azione corrispondente e scambievole tra l’opera d’arte e il suo pubblico che non si limita ad una contemplazione estetica passiva, ma attiva dinamiche particolari e singolari, strettamente legate al momento in cui avviene l’interazione tra le due parti. I video, le app artistiche appositamente studiate, gli schermi e gli elementi installativi di Marsiglia sanno modificare in tempo reale il corpo stesso dell’opera e l’ambiente che le accoglie, trasformando una visione in un momento di profondo coinvolgimento emotivo che, in questo caso, contribuisce a determinare una lettura differente della storia e dei drammatici avvenimenti che intende ricordare.

Vernissage sabato 9 luglio ore 11.00.
La mostra durerà dal 9 luglio al 28 agosto 2016. Disponibile catalogo.

 

Scarica pdfArteforte_comunicato completo.pdf

BIANCO NERO ASTRATTO

Il titolo “Bianco Nero Astratto” fa riferimento al filo conduttore della mostra, nella quale questi tre aggettivi caratterizzano le opere esposte. Come noto il precursore dell’essenzialità di questa combinazione è il celebre “Quadrato nero su sfondo bianco”, dipinto da Casimir Malevic nel 1915, diventato una delle icone dell’ arte moderna. Molti sono stati e sono gli artisti nelle cui opere bianco e nero sono oggetto di ricerca e sperimentazione, giungendo poi a esiti diversi. In mostra opere storiche e contemporanee. Victor Vasarely, fondatore dell’Op art, creò negli anni Cinquanta quadri geometrici in bianco e nero. Francisco Sobrino, co-fondatore del GRAV, sperimentò inizialmente l’accostamento del bianco e nero. Il meno noto Edgar Pillet giocò nei suoi collage, intitolati Ideogrammi, con le forme secondo principi geometrici. L’artista italiano contemporaneo Alfredo Rapetti Mogol tramuta la superficie bianca o nera in materia sulla quale incidere il suo personale alfabeto. Infine Vincenzo Marsiglia rappresenta il suo segno distintivo - la stella - in bianco e nero, dandovi una valenza ottica accattivante.

SALON INTERNATIONAL D’ART CONTEMPORAIN – LYON

La Boesso Art Gallery partecipa con un proprio stand (G 12 Padiglione 1) alla 4. edizione della fiera internazionale d’arte “art3f Lyon - Salon international d’art contemporain” che si tiene dall’1 al 3 aprile 2016 presso il Parco delle Esposizioni “Eurexpo” a Lione (Francia). Lione, la terza città della Francia per abitanti, si sta conquistando sempre più un posto di rilievo nella vita culturale francese grazie alla presenza di numerosi importanti musei, tra cui il Museo della confluenza con la sua straordinaria architettura, ma anche per l’organizzazione di prestigiosi eventi.
Vernissage venerdì 1 aprile alle ore 18.00.

I MATERIALI CHE NON TI ASPETTI

Il termine scultura fa correre il pensiero al marmo e al bronzo. Ma materiali di scarto o inusuali celano inaspettate e sorprendenti potenzialità che l’artista manipolando fa rivivere in nuove forme e oggetti, imprimendovi il suo pensiero creativo, abbinato a senso estetico. Un esempio di tale modus operandi sono le sculture di Ruth Gamper. Con la sua voglia di sperimentare l’artista realizza opere dall’impatto visivo accattivante e con materiali non subito riconoscibili. Semplici contenitori di uova vengono rimaneggiati e appesi come sculture a parete; vasellame di porcellana rotto, assemblato a gesso, si trasforma in una serie di oggetti curiosi con vuoti e pieni da esplorare, filtri di caffè compongono strutture a forma di totem e steli, vecchi cd si dipanano a terra in un installazione dinamica. In mostra una serie di queste creazioni: astratte, nuove, affascinanti. 

SINGAPORE CONTEMPORARY ART SHOW

La Boesso Art Gallery partecipa alla 1. Edizione della Singapore Contemporary Art Show che si tiene dal 22 al 24 gennaio 2016 presso il Suntec Singapore Convention Exhibition Centre. L’evento è organizzato dalla stessa compagnia della popolare Asia Contemporary Art Show che dal 2012  si svolge due volte all’anno a Hong Kong. La manifestazione fa parte dell’ Art Stage Singapore, la settimana più importante dell’anno per arte e cultura a Singapore e offre su un’area di 6000 mq una selezione delle più importanti gallerie internazionali con la presentazione degli artisti più promettenti a livello mondiale. Uno speciale progetto artistico sono gli “Artist Dialoguers”. 17 gallerie presentano un Solo show con la presenza dell’artista allo stand, dando a collezionisti e art buyers l’opportunità di intrattenersi con l’artista ed avere risposte ad ogni curiosità. La Boesso Art Gallery (stand A06) presenta Jens W. Beyrich, artista eclettico e innovativo, che sviluppa algoritmi per creare complesse e inconsuete strutture geometriche nelle sue grafiche e sculture, dando vita ad opere originalissime e accattivanti. Vernissage il 21 gennaio alle 17.30.


Ulteriori informazioni sul www.singaporecontemporary.com

 

Newsletter: 
powered Be@Work Informatica S.r.l.