Associazione nazionale gallerie d'arte moderna e contemporanea
IT   |   DE
2023 |
2022 |
2021 |
2020 |
2019 |
2018 |
2017 |
2016 |
2015 |
2014 |
2013 |
2012 |
2011 |
2010 |
Anno 2022

MAURO CAPPELLETTI: ESSENZA DEL COLORE

E’ attualmente in corso la mostra personale dedicata al pittore trentino Mauro Cappelletti dal titolo “Essenza del colore” .
Mauro Cappelletti, classe 1948, cofondatore nel  1977 del manifesto “Astrazione oggettiva”, che promulgava la ricerca nel campo di una pittura segnata dal rigore geometrico, è pittore che si muove all’insegna della purezza del colore, un colore artificiale creato dall’artista.  
Cappelletti afferma che la pittura non si racconta, la pittura appare e con le sue apparenze stimola e allarga il pensiero che la libera dai limiti della tela.
Il colore rifiuta il proprio corpo e la propria materialità per porsi, nella sua trasparenza, ora come soffio, ora come respiro, per determinarne la pulsazione. L’opera  si anima grazie a questi due opposti, sviluppando così uno spazio assoluto, sostenuto dal bianco, ora in dilatazione, ora in contrazione.
Convivono limpidi e vaporosi cromatismi dello stesso peso dove lo stacco, costituito dall’emergere del bianco e del grigio, non si pone come spazio vuoto ma come pausa cromatica in modo che l’interazione visiva possa accentuare la vibrazione e il movimento. La negazione delle forme nella loro espansione, l’alternanza delle cromie e delle loro tonalità creano movimenti possibili nella volontà di superare i limiti della tela per coinvolgere lo spazio esterno.
La pittura non descrive, ma ascrive a sé stessa il compito di superare il tangibile, organizzare nuovi spazi, evocare altre possibilità. Il visibile ci accompagna tutti i giorni, è un elemento già conosciuto. Con il  suo lavoro Cappelletti ricerca ciò che è oltre la realtà immediata, ciò che per essere còlto richiede concentrazione e riflessione, cerca di definire un mondo che ci appartiene intimamente ma che è difficile da raggiungere. All’ artista interessa di più quello che sta al di là di un colore, vuole trapassare il colore per coglierne la luce nascosta e l’armonia d’insieme. La pittura ha una sola voce: quella del silenzio, che apre la via al pensiero e alla riflessione. Cappelletti ci invita così a vedere nell’opera una visione del sentire, osservandola nella sua dimensione profonda.

 

MODERNE ART FAIR  PARIS 2022

Quest’anno la fiera d’arte internazionale Moderne Art Fair cambia location (a causa di lavori sui Champs Elysèes) e si sposta, sempre a Parigi, in un palazzo a Place de l’Etoile 10, avenue de la Grande Armée 17 e. La Boesso Art Gallery partecipa con due stand, stand 215 al secondo piano e stand 412 al quarto piano. Quest’ultimo stand è condiviso con La Galerie 38 di Casablanca. Gli artisti presentati dalla galleria sono Jeremie Ca, Alexis Cladier, Mauro Cappelletti, Ruth Gamper, Carl Krasberg, Edoardo Landi, Maxime Lutun, Vincenzo Marsiglia e Horacio Garcia Rossi. La MODERNE ART FAIR si svolge dal 20 al 24 ottobre 2022 e si inserisce come importante appuntamento nell’ambito della Art Week parigina in contemporanea alla nuova fiera Paris + par Art Basel. Vip Opening è mercoledì 19 ottobre alle ore 14.00, segue il vernissage alle ore 18.00, solo su invito. Catalogo e viewing room on line.

Ulteriori informazioni sul sito: www.moderneartfair.com

 

 

LA COULEUR EN MOUVEMENT

La Galleria Wagner di Parigi presenta - in collaborazione con la Boesso Art Gallery e la curatrice Julie Fazio - una esposizione collettiva dal tema: il colore. Pitture, sculture, fotografie dimostrano la vitalità e l’energia che il colore apporta nell’opera d’arte. Gli artisti indagano sull’ interazione tra i vari colori, ai loro effetti luminosi, all’instabilità che creano. La mostra durerà dal 13 ottobre al 19 novembre 2022. Inaugurazione giovedì 13 ottobre alle ore 18.00. In occasione della settimana dell’arte parigina giovedì 20 ottobre alle ore 18.00 si svolge una serata speciale con la partecipazione della curatrice e della Boesso Art Gallery che espone alla Moderne Art Fair.

Scarica pdfInvitation_couleurs.pdf

FIERA INTERNAZIONALE D'ARTE "art KARLSRUHE"

Dopo la pausa forzata dovuta alla pandemia la fiera internazionale d’arte artKarlsruhe riparte quest’anno, ma con una data nuova: la fiera diventa un avvenimento culturale estivo e si tiene dal 7 al 10 luglio 2022. Gallerie nazionale e internazionali espongono opere dal classico moderno al contemporaneo, inoltre completano gli stand innumerevoli One Artist shows e ampi spazi per sculture.
La Boesso Art Gallery è presente con un proprio stand (stand G 16 / padiglione 4) e presenta una selezione delle ultime opere di alcuni artisti contemporanei della galleria. Lo spazio One Artist show è dedicato all’artista tedesco Carl Krasberg, esponente dell’arte concreta. Le sue opere si compongono da linee di colori differenziati, i contrasti cromatici creano complesse strutture di spazio e movimento.

Preview su invito il 6 luglio dalle ore 14 alle 20
Vernissage il 7 luglio dalle ore 11

Ulteriori informazioni sul sito: www.art-karlsruhe.de

 

MARCELLO BIZZARRI: APOTROPAICO

E‘ stata inaugurata il 27 maggio la mostra dedicata a Marcello Bizzarri dal titolo “Apotropaico”. Bizzarri è un personaggio noto a Bolzano per la sua professione passata di gallerista negli anni Settanta. Nei 25 anni di attività ha organizzato oltre 250 mostre con nomi illustri quali Lucio Fontana, Alberto Burri o Enrico Castellani, solo per citarne alcuni. Conclude la sua carriera di gallerista nel 1995 per dedicarsi esclusivamente alla sua passione: approfondimento dello studio dell’arte e dipingere. In questa mostra che vuole essere un omaggio al Maestro, oggi ultraottantenne, sono esposte opere su carta, caratterizzate da un lirismo cromatico e segnico e opere su tela di vari formati a testimonianza della ricerca dell’artista nel campo dell’astrattismo. La scelta di intitolare la mostra “Apotropaico” è scaturita dalle riflessioni fatte proprio dall’artista sull’arte e il suo lavoro, considerazioni che sono difficili da riassumere, ma che si possono intuire già estrapolando dal pensiero di Bizzarri alcuni passaggi: le opere d’arte hanno proprietà apotropaiche favorendo energie edificanti e trascendenti ed allontanando pigrizie mentali e luoghi comuni. Quando dipingo un quadro non cerco l’approvazione, ma cerco di stabilire un contatto con la sensibilità e la cultura. Colori, forme e linee diventano energia emotiva ed evolutiva. I miei quadri sono il ritratto del tempo che prende forma nella successione di superfici con variazioni cromatiche, il mio lavoro fissa il tempo nella sua pura essenza vitale.

La mostra durerà tutto il periodo estivo e sarà visitabile previo appuntamento.

 

BRESSANONE WATER LIGHT FESTIVAL AL FORTE DI FORTEZZA

Due delle circa 30 installazioni luminose del Bressanone Water Light Festival quest'anno saranno ospiti del Forte di Fortezza. Le opere di Vincenzo Marsiglia e Kari Kola sono visibili dal 30 aprile al 21 maggio ogni giovedì, venerdì e sabato sera dalle ore 20 alle 23.
Vincenzo Marsiglia (Soncino, Cremona) si è fatto un nome in Italia e all'estero principalmente nel campo dell'arte digitale e interattiva. Nell'ambito della quarta edizione del Bressanone Water Light Festival 2022, in collaborazione con la Boesso Art Gallery presenta la mostra "Senses and Spaces" al Forte di Fortezza: comprende opere attuali dell'artista, alcune site-specific, in un dialogo con gli spazi del Forte. Filo conduttore di tutte le opere in mostra sono gli elementi caratteristici dell'opera dell'artista, come la stella a quattro punte, la cui geometria e forma sono diventate il segno distintivo di Marsiglia, così come l'interazione con il pubblico. I giochi luminosi delle installazioni rimuovono il confine tra interno ed esterno.
L’altro artista è il finlandese Kari Kola, noto, tra le altre cose, per aver realizzato nel 2020 il più grande progetto di light art di tutti i tempi, illuminando con circa 900 riflettori le montagne del Connemara in Irlanda di verde smeraldo e blu zaffiro in occasione dei festeggiamenti di Galway come capitale europea della cultura. La sua installazione "Images" (2022) al Forte di Fortezza fa riferimento direttamente al bacino idrico retrostante e si basa su colori che cambiano molto lentamente e che trasformano l'intera area.
Le due installazioni luminose saranno presentate sabato 30 aprile alle ore 20 al Forte di Fortezza.

 

Informazioni sul Water Light Festival e sui biglietti:

https://www.brixen.org/de/water-light-festival

 

Newsletter: 
powered Be@Work Informatica S.r.l.